23.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Torino 2021, slittano a febbraio le primarie del centrosinistra

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Se Appendino ha fatto la prima mossa, annunciando che non si ricandiderà per un secondo mandato da sindaca, gli schieramenti dei possibili concorrenti per Palazzo Civico sono ancora bloccati. E nel centrosinistra, che vuole ritornare a governare la Città, restano da sciogliere ancora dei nodi sulle primarie. Primo tra tutti la data: le ipotesi di un voto a cavallo del periodo natalizio stanno lasciando spazio a uno spostamento più in là nel tempo, fino al primo weekend di febbraio.

Sembra questa la soluzione che il segretario metropolitano Mimmo Carretta presenterà alla coalizione che si riunirà giovedì sera. Una scelta legata più che altro al difficile contesto sanitario che ha costretto il governo nazionale a prorogare fino al 31 gennaio lo stato di emergenza. L’ipotesi è dunque di attendere la fine delle restrizioni per poter andare al voto in modo più agevole.

Ma chi volesse candidarsi a sindaco per il centrosinistra dovrà fare un passo avanti entro fine novembre. Infatti il regolamento stabilisce la data del 30 novembre come termine ultimo per la presentazione della candidatura, mentre il 9 gennaio verranno definite le schede con i nomi degli ammessi alle primarie e da lì partirà la campagna elettorale. Emergenza sanitaria permettendo.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano