20.8 C
Torino
venerdì, 12 Luglio 2024

Tav, Lubatti (Azione): “De Micheli esca dall’ambiguità e passi ai fatti”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sulla vicenda Tav interviene Claudio Lubatti, referente Nazionale Infrastrutture Azione il partito fondato da Carlo Calenda e Matteo Richetti.
Lubatti chiede che sulla Torino-Lione ci sia più chiarezza dal governo Conte. “La Ministra De Micheli – spiega Lubatti – esca dall’ambiguità e passi dalle parole ai fatti: se davvero crede nell’alta velocità, nelle infrastrutture come strumento per il rilancio del Paese, a partire dal TAV, nomini il commissario di Governo liberandosi della gabbia politica imposta dal Movimento 5 Stelle, dia mandato per la ripresa immediata delle attività dell’Osservatorio per la Torino Lione, e ponga in essere tutti gli atti necessari affinché TELT sia messa nelle condizioni per operare speditamente ed affrontare gli step successivi per la realizzazione dell’opera”.
“Da sempre Azione – continua Lubatti – ha una posizione a favore del TAV, ed oggi chiede con forza l’uscita dalle sabbie mobili politiche che l’alleanza tra PD e M5S ha portato su questa tematica, si dichiara da subito disponibile a supportare tutti gli atti necessari affinché quest’opera fondamentale per il nostro Paese e per l’Europa intera venga realizzata. per rafforzare questa posizione e dare massima evidenza alle prossime necessarie attività da mettere in campo, Azione organizzerà un incontro pubblico con tutti gli attori del sistema”, conclude.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano