20.4 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Spari contro autobus, Gtt si costituirà parte civile

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

L’assessora alla Mobilità Chiara Foglietta ha dato comunicazioni in Sala Rossa sul caso dell’autobus Gtt a cui domenica mattina una macchina in corsa ha sparato. 

Il Gruppo torinese trasporti infatti intende costituirsi parte civile in un eventuale processo “a tutela del personale e dei passeggeri”.
Secondo quanto ricostruito a sparare è stata la passeggera di un’auto che, parcheggiata in doppia fila, bloccava il passaggio al bus. La nota letta dall’assessora precisa che “l’atteggiamento del conducente è stato corretto, non è sceso dal mezzo, si è limitato a suonare il clacson e non ha interloquito con il proprietario dell’auto che ha invece avuto un atteggiamento aggressivo”. Diversi testimoni hanno raccontato che, una volta spostata la macchina, “una donna seduta dal lato passeggero ha sparato”, nessuno è stato ferito ma “il vetro anteriore destro dietro il posto di guida è andato in frantumi.
I carabinieri – riferisce ancora Foglietta – stanno effettuando le indagini anche utilizzando le telecamere presenti sul mezzo.
È un fatto di enorme gravità e non può essere sminuito e Gtt si costituirà parte civile”, conclude l’assessora spiegando che nel 2021 “le aggressioni a conducenti sono state poco poi di una ventina, dato in linea con quello del 2020”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano