16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Slitta la cittadinanza onoraria a Tania Cagnotto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Doveva essere una pura formalità la consegna della cittadinanza onoraria di Torino alla tuffatrice iridata Tania Cagnotto, proposta il cui primo firmatario è Marco Chessa del Movimento 5 Stelle. L’idea era quella di insignire la campionessa il prossimo sabato, in occasione del suo arrivo a Torino. Ma i progetti sono andati diversamente e le opposizioni non hanno gradito che la proposta sia arrivata in Consiglio comunale senza passare da una discussione.

Fabrizio Ricca della Lega Nord ha annunciato che si sarebbe astenuto, in linea con gli altri casi analoghi del passato: «mi sono detto favorevole pochissime volte e solo per figure di altissimo spicco». Anche il capogruppo Pd Stefano Lo Russo, pur ribadendo la stima verso la Cagnotto, ha annunciato che, per come è andata la procedura, il Partito democratico non avrebbe partecipato al voto. Stessa linea da parte di Osvaldo Napoli. A dirsi favorevoli Silvio Magliano dei Moderati e Roberto Rosso. Entrambi hanno tuttavia chiesto a Chessa di rimandare la consegna del titolo, ripartendo dalle commissioni apposite per arrivare a una votazione unanime. Appello raccolto dal consigliere che, tra il plauso generale delle forze di opposizione, ha ritirato l’atto, annunciando che sarebbe stato sottoposto successivamente.

Durante la discussione, inoltre, si è tornati a parlare nella possibilità per Torino di dotarsi di un tipo di onoreficenza che, come nel caso dell’Ambrogino d’Oro milanese, permetta di insignire personaggi di spessore senza dover utilizzare il massimo titolo previsto dal Comune.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano