18.2 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Sicurezza nelle scuole, la mamma di Vito Scafidi scrive a Renzi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Lei per la mancanza di sicurezza nelle scuole ha perso ciò che di più caro aveva. Suo figlio, Vito Scafidi, è morto schiacciato dal crollo di un vecchio tubo di ferro fissato sopra la controsoffittatura nel Liceo Scientifico Charles Darwin di Rivoli nel 2008.
Ieri, la mamma di Vito ha scritto al presidente del Consiglio Matteo Renzi proprio per sollecitare interventi sulla sicurezza negli edifici scolastici. È questo quanto riferito dal deputato Pd, Davide Mattiello: «La parola chiave per la signora Scafidi è continuità – spiega il parlamentare – agli interventi simbolici, che danno il senso di un lavoro, devono poi seguire quelli strutturali».
«Le parole della mamma di Vito Scafidi sono un impegno per tutti noi – sostiene Mattiello – Cinzia Caggiano Scafidi, sconvolta dalla tragedia che l’ha colpita, è combattiva nella volontà che simili tragedie non si ripetano».
Suo figlio, come detto, morì schiacciato dal soffitto, mentre un suo compagno di classe, Andrea Macrì rimase paralizzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano