24.1 C
Torino
mercoledì, 12 Agosto 2020

Scuola; Grimaldi (LUV): “Il Governo intervenga per ridurre gli alunni per classe”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Marco Grimaldi, capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione: “Il Governo intervenga per ridurre gli alunni per classe e interventi strutturali per riportare la scuola al centro del sistema Paese. Il Piemonte non stia con le mani in mano. Sosteniamo le ragioni della manifestazione di oggi in Piazza Castello sotto il Palazzo della Regione e della Prefettura” così Marco Grimaldi, capogruppo di Liberi Uguali Verdi in Regione, sulle manifestazioni di genitori, insegnanti e studenti che si terranno oggi in oltre 60 piazza italiane”.

“La Regione deve investire almeno il 20% delle risorse europee che ha a disposizione per l’istruzione: la scuola italiana a settembre deve riaprire in sicurezza e in presenza, le linee guida senza le risorse necessarie per rendere ciò possibile rischiano di essere del tutto insufficienti”. “Per rendere concreto il diritto allo studio delle studentesse e degli studenti del nostro Paese – prosegue Grimaldi – abbiamo bisogno di tornare tutti in classe in sicurezza a settembre, pertanto occorrerà liberare le risorse necessarie perché ciò accada, anche attraverso un nuovo scostamento di bilancio: per potenziare gli organici e ridurre il numero di alunni per classi a partire dalle prime di ogni ciclo, occorrerà almeno raddoppiare le risorse già disponibili”.

- Advertisement -

“Solo con dei fondi aggiuntivi – commenta Grimaldi – sarà infatti possibile garantire che tutti gli studenti e le studentesse italiane – anche quelli della secondaria di secondo grado – di godere pienamente del loro diritto allo studio in presenza. Viceversa, a causa di carenza di organico, le scuole non potranno garantire né i doppi turni, né il ridimensionamento delle classi ipotizzato dalle troppo generiche Linee guida governative. Il ricorso alla DAD che ne scaturirà – conclude Grimaldi – è una soluzione che dovrà essere evitata a meno di un nuovo lockdown, in quanto tale modalità di insegnamento è moltiplicatrice di diseguaglianze e lesiva del cuore educativo e sociale della relazione di apprendimento”.

- Advertisement -

“Certamente il Governo può e deve intervenire in tal senso e dovrà farlo al più presto, ma le Regioni non pensino di chiamarsi fuori dai giochi, dovranno fare la loro parte, a partire dal Piemonte. Per queste ragioni – prosegue Grimaldi – vedo la necessità di un intervento strutturale sulla scuola, capace in un triennio di ridare la giusta centralità al sistema pubblico dell’istruzione”. “In apertura della seduta di Consiglio di oggi, chiederò ai capigruppo e al Presidente Cirio di sospendere i lavori per ascoltare le ragioni della piazza torinese, degli studenti, degli insegnanti e dei genitori che la riempiranno”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Concorso per dirigenti Comune di Torino, terza puntata: la riammissione

“Più che un concorso sembra una giallo a puntate”, così alcuni concorrenti hanno commentato le novità pubblicate ieri dalla commissione dell’ormai famoso...

Via Germagnano; ‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’: “Nessun blitz ferragostano, il Comune si assuma la responsabilità”

“‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’ esprimono forte preoccupazione riguardo all’iniziativa di sgombero del campo di via Germagnano che coinvolge circa 100...

Il pasticcio dei Voucher scuola della Regione Piemonte

Avevano appena ricevuto la mail che confermava l'assegnazione dei voucher scuola per l'anno 2020/21 ma 45 famiglie piemontesi hanno potuto gioire ben...

Torino città Covidless

La città di Torino ha ricevuto oggi l'attestazione Covidless Approach&Trust. Un riconoscimento frutto del progetto di ricerca che ha analizzato le risposte...

Caso Embraco, Cirio: “Da parti in causa serve risposta chiara”

"Seguo la vicenda Embraco ormai da due anni ed è inammissibile che solo oggi, per la prima volta, si siano trovati seduti...