24.9 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Roghi di amianto in via Germagnano

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di G.Z.

Le fotografie che vi mostriamo non lasciano dubbi: un’area isolata dal nastro dove è stato ammassato materiale pericoloso per la salute delle persone. Lo dice il cartello: “Non toccate. Pericoloso. Eternit”. E le lastre di amianto sono li, bruciate come il resto del materiale. Siamo in via Germagnano a ridosso del campo nomadi.

(l’articolo continua dopo le foto)

rogoamianto1  rogoamianto3  rogoamianto4

La sindaca Chiara Appendino è chiamata ora, dal capogruppo della Lega Nord Fabrizio Ricca a rispondere dell’accaduto in Sala Rossa: «Qua abbiamo superato ogni limite – dice Ricca – oltre alla diossina dei rifiuti i residenti vicino a via Germagnano sono costretti a respirare anche amianto bruciato».

«Chiederemo direttamente al sindaco lunedì in consiglio spiegazioni. È intollerabile che la salute dei torinesi venga messa in pericolo da chi brucia tutti i giorni qualsiasi cosa e l’amministrazione se ne frega», conclude il capogruppo della Lega Nord

.cartelloamianto

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano