19.4 C
Torino
mercoledì, 17 Luglio 2024

Ramadan a distanza per i musulmani in Piemonte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Questa sera comincia il Ramadan per la comunità islamica piemontese, come per il resto dei musulmani, che terminerà il 23 maggio.

Hakim Mostafa, vicepresidente della Federazione Islamica Piemontese dichiara: “Per noi il Ramadan che inizia questa sera e che terminerà il 23 maggio non sarà molto diverso dagli altri e non presenterà ulteriori problemi a quelli che abbiamo tutti in quanto essere umani provati dal coronavirus. Lo iniziamo con fiducia e pregheremo perché questa pandemia finisca al più presto. Non potremo ritrovarci nelle moschee e dovremo pregare di più nelle nostre case o da remoto con i nostri telefoni e pc, ma per noi cambia poco”.

Prosegue Mostafa: “Come abbiamo seguito le regole che il governo italiano ha stabilito per arginare la pandemia, cosi’ ora seguiremo quelle del Corano per noi non è così difficile seguire le regole se siamo consapevoli che sono per il bene della comunità. Il Ramadan ci chiede di non bere e non mangiare dall’alba al tramonto, ma se uno sta male può, anzi deve interrompere il digiuno perché se no fa peccato. Le regole giuste vanno osservate con le deroghe necessarie”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano