21.9 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Quanto sono cari luce e gas in Piemonte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Quasi duemila euro per famiglia. 1740 per l’esattezza. E’ quanto spende ogni famiglia in Piemonte per le bollette di luce e gas.
E’ la quota più alta d’Italia dopo la Valle d’Aosta. La media nazionale si colloca sui 1500 euro. In questa classifica la provincia di Asti si distingue sfiorando i 2000 euro.
I dati sono tratti dal sito Facile.it che confronta gli oneri di diversi servizi erogati alle famiglie (conti correnti, mutui, prestiti, adsl, pay tv e bollette luce gas). Torino è la provincia piemontese dove il costo medio risulta più basso (1594 euro). In questa classifica è il gas ad avere il peso maggiore ammontando a 1.255 euro che pesano sul budget di spesa delle famiglie in PIemonte. Mentre per l’energia elettrica la media di spesa in Piemonte è di 484 ero per famiglia. In questo caso al di sotto alla media nazionale che è di 500 euro.
Nonostante la variegata offerta di nuovi soggetti, e le “continue” telefonate promozionali, solo il 5,2 dei piemontesi ha cambiato gestore. Novara è la città che è risultata più flessibile con l’8,8 delle famiglie che ha cambiato gestore rispetto al 6,6. regionale per quanto riguarda l energia elettrica.
E’ comunque una quota non indifferente il peso di queste bollette che non hanno paragoni rispetto a quanto si pagava solo pochi anni fa. Il tutto in un momento in cui le famiglie piemontesi, e in particolare sotto la mole, soffrono e non poco. Non è un caso che i livelli di contenzioso e di arretrati nei pagamenti siano sempre più consistenti.
Intanto da tempo comitati e cittadini sollevano proteste. Il quadro complessivo non è chiaro e risente di un serio piano che spinga sulle energie rinnovabili con sistema di incentivi veramente efficace per tutti. . Intanto i cittadini continuano ad essere in maggioranza confusi nel mare di nuove proposte dei nuovi soggetti erogantori che si affacciano al mercato. Non è un caso che il livello di cambio di gestore permanga alquanto basso. Fenomeno che invece sta prendendo piede nel campo della telefonia e dell Adsl dove il discorso costi è più trasparente diretto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano