17.6 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

Quali tipi di intelligenza artificiale esistono?

Più letti

Nuova Società - sponsor

L’oggetto della nostra guida odierna è un argomento particolarmente peculiare e sfaccettato. Parleremo, infatti, di Intelligenza Artificiale: un topic strettamente legato al progresso tecnologico e al cambiamento nel profondo che la digital transformation ha arrecato non più soltanto al mondo del lavoro, ma in generale, all’intera società contemporanea. Quando si parla di Intelligenza Artificiale, del resto, non si può fare a meno di pensare all’utilizzo estensivo che questa tecnologia trova nei vari paradigmi del lavoro e non solo, presentandosi come uno strumento d’ausilio molto efficiente in circostanze decisamente disparate. 

Occorre, in questa sede, aprire l’argomento puntualizzando sul fatto che non esista un solo tipo di Intelligenza Artificiale e, tantomeno, che si tratti dell’ultima tecnologia a disposizione. Affrontare l’argomento delle tipologie di intelligenza artificiale esistenti come se si trattasse di una novità assoluta è concettualmente sbagliato anche perché – come fa notare l’esperto di digital marketing Roberto Serra – in realtà sono anni che questa tecnologia è entrata nella quotidianità delle persone, e non solo in campo lavorativo.

Va detto, comunque, che in tempi più recenti e, di sicuro, tecnologicamente più fertili per una tecnologia del genere, l’Intelligenza Artificiale ha avuto modo di prendere piede nel quotidiano di moltissime persone, figure professionali, accademiche e aziende. I dati parlano chiaro. Dopo decenni dall’invenzione della prima Intelligenza Artificiale, oggi dozzine di aziende affermano che uno strumento del genere è uno dei fattori chiave per arrecare innovazione al proprio business. Nelle prossime righe, vogliamo presentarvi un approfondimento dedicato al mondo delle intelligenze artificiali, in cui ne esploreremo le tipologie e le definizioni ad esse connesse. 

Diverse tipologie di Intelligenza Artificiale: ecco cosa serve sapere 

Se negli anni ’50 fu Alan Turing a dare fuoco alla miccia della curiosità che avrebbe condotto alla nascita delle intelligenze artificiali chiedendosi se le macchine fossero in grado di pensare, sarebbe stato solo negli anni ’80 che si arrivò ad un punto di svolta realmente significativo al riguardo, con le prime due tecniche dedicate di rilievo: il deep learning ed i sistemi esperti. Nel primo caso, i computer possono apprendere per esperienza, nel secondo, l’IA imita la capacità umana di prendere decisioni. 

Fast Forward ai giorni nostri, in cui l’IA è capace di eseguire numerosi comandi grazie a tre grandi sviluppi: i processori grafici, i Big Data e gli Algoritmi. Senza scendere nei tecnicismi di questi tre concetti, riteniamo necessario ai fini della nostra digressione concentrarci sulle tre tipologie principali di Intelligenza Artificiale: limitata, generale e super-intelligenza. Iniziamo dalla Artificial Narrow Intelligence, classificata come debole, siccome è in grado di gestire un numero limitato di parametri e situazioni come nel caso del riconoscimento vocale

La Artificial General Intelligence, invece, viene considerata forte, operando ad un livello prestazionale paragonabile all’intelligenza umana. Infine, la super-intelligenza artificiale rappresenta un concetto ideale che indica la capacità di una macchina di superare l’intelligenza umana

Perché le intelligenze artificiali sono vantaggiose per l’ambiente? 

Come già precedentemente accennato, le intelligenze artificiali vengono utilizzate in maniera sempre più diffusa in ambito aziendale. Le AI, infatti, sono in grado di aggiungere valore alle capacità dei computer utilizzati nel quotidiano dell’impresa, agendo in maniera ottimizzata su diversi fronti. Nella fattispecie, le AI sono in grado di automatizzare interi processi e attività e ridurre il margine di errore umano. Le intelligenze artificiali permettono un incremento generale della produttività, migliorando l’apprendimento dei dati grazie ad un accesso e un’analisi potenziata degli stessi. Ovviamente, il discorso varia in funzione del settore di riferimento dell’azienda e dell’utilizzo che fa delle IA. Ciò che è necessario sapere è che questa tecnologia è in grado di agire positivamente in dinamiche d’azienda differenti: dall’analisi dei dati all’HR

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano