19.4 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Protesta taxi, scontri a Roma: Raggi, bombe carta e saluti romani in piazza

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini
Giorni di proteste ininterrotte lasciavano presagire l’escalation, che oggi è puntualmente arrivata. Tassisti contro il Milleproroghe e ambulanti contro la Bolkestein hanno manifestato oggi a Roma, in centinaia arrivati da tutta Italia, e la tensione ha registrato livelli altissimi, con scontri diffusi durante gran parte della giornata. La rabbia espressa è stata molta.

Già dalla mattinata sono iniziati i primi incidenti, a Montecitorio. Da tassisti e ambulanti, al fianco dei quali sono arrivati i militanti dei gruppi di estrema destra, è partito un lancio di bombe carta che ha mandato in frantumi le finestre di alcuni palazzi, tra cui la vetrata di uno settecentesco. Da questo gesto ambulanti e tassisti si sono subito dissociati, ma le contrapposizioni fisiche, dopo questo episodio, non sono cessate.

Nel pomeriggio i manifestanti si sono spostati di fronte al ministero dei Trasporti, dove era in corso l’incontro tra le loro rappresentanze e il ministro Graziano Delrio. Qui la situazione è rimasta sotto controllo, mentre è decisamente precipitata in un’altra occasione.

E’ stato infatti al passaggio dei manifestanti in via del Nazareno, di fronte alla sede del Partito democratico, che il conflitto ha avuto il suo massimo sfogo. Di fronte ai dimostranti un nutrito schieramento di polizia, al quale si sono uniti carabinieri e Guardia di Finanza. Il contatto è arrivato subito e dopo qualche tentativo di sfondamento è partita la carica delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa. Da questo momento gli scontri sono stati ripetuti e alle manganellate della polizia i manifestanti hanno risposto con un lancio di oggetti. Ma non solo. Proprio di fronte alla sede del Partito democratico alcuni dimostranti, cantando l’Inno di Mameli, hanno teso il braccio destro per fare il saluto romano. Nelle foto diffuse dalle agenzie di stampa, inoltre, in mano ad un uomo con giubbotto mimetico e jeans compare un tirapugni metallico con delle escrescenze in corrispondenza delle nocche. Al fianco del soggetto che lo impugna, le stesse foto ritraggono un uomo con una giacca marrone con un walkie talkie in mano, presumibilmente un membro delle forze dell’ordine.

Dopo essere stati dispersi i manifestanti hanno rovesciato vasi e arredi dei locali limitrofi. Il bilancio parla di tre contusi, un ferito e due militanti del movimento di estrema destra Forza Nuova.

Alla rabbia dei manifestanti ha risposto la sindaca di Roma Virginia Raggi, che ha rivolto a questi un messaggio di solidarietà: «Basta riforme calate dall’alto. Stop emendamento Lanzillotta. Noi al fianco dei tassisti», ha detto Raggi.

«L’emendamento Lanzillotta-Cociancich al Milleproroghe causerebbe effetti negativi sul trasporto pubblico non di linea perché porterebbe a una vera e propria liberalizzazione dei noleggi con conducenti, che non sarebbero più vincolati al rispetto della territorialità – prosegue la sindaca – Ci auguriamo che il provvedimento sia rivisto. Un’eventuale riforma del settore deve essere fatta coinvolgendo le associazioni di categoria e le amministrazioni locali per un dialogo costruttivo. Basta alle solite riforme calate dall’alto che aumentano i problemi di gestione delle città. Da giorni nella nostra città non si vedono taxi. La protesta sta privando tutti noi di un servizio fondamentale e importantissimo per i trasporti della Capitale. Per non parlare del fatto che i tassisti sono il nostro biglietto da visita per turisti e stranieri».

In ultima, un altro messaggio ai taxisti: «Voglio per questo lanciare un appello anche ai tassisti affinché il servizio torni al più presto alla normalità».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano