24 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Picchiato perché rifiuta di fare l’elemosina

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Questa mattina a Torino, di fronte all’ospedale Martini un uomo è stato colpito al volto da un cazzotto. La vittima è un assicuratore cuneese di 58 anni, mentre l’aggressore una donna, 52 anni di origini romene, che avrebbe colpito l’uomo dopo che si era rifiutato di fare l’elemosina.

La donna, dopo aver inferto il pugno, ferendo al labbro (lesioni guaribili in quattro giorni) l’assicuratore, è stata bloccata e poi arrestata dai carabinieri, dopo che ha opposto una decisa resistenza all’identificazione.

RICCA: “Più controlli intorno agli ospedali”

«L’episodio avvenuto davanti all’ospedale Martini, dove un uomo è stato preso a pugni da una mendicante, è inaccettabile e fotografa una situazione di rischio che si presenta simile davanti a molti altri ospedali torinesi – commenta l’assessore regionale e capogruppo della Lega in consiglio comunale Fabrizio Ricca -. Parcheggiatori abusivi e mendicanti aggressivi sono da troppo tempo liberi di fare quello che vogliono, lucrando sul dolore dei cittadini che si recano in visita dei loro parenti ricoverati. Chiederò al Prefetto di rafforzare i controlli intorno agli ospedali della città».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano