8.3 C
Torino
giovedì, 29 Settembre 2022

Pasqua: tutto esaurito nei ristoranti. E tornano i turisti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Dopo due anni di pandemia Torino torna a respirare aria di vacanze e turismo. Per il ponte di Pasqua infatti è tutto esaurito nei ristoranti cittadini. Lo rende noto l’Ascom Confcommercio, che spiega: “Il clima di fermento che si respira in città per i prossimi grandi eventi influenza positivamente i consumi Pasquali” anche se “Il grande peso della aumento di energia e materie prime frena le aspettative positive nel medio periodo”.

Anche le camera d’albergo in città sono quasi del tutto prenotate per il ritorno del turismo culturale non solo di famiglie, ma anche di gruppi stranieri in particolare francesi, belgi, olandesi, spagnoli e più recentemente tedeschi.
Riprendono in pieno le gite scolastiche (+100%). Bene i settori della gastronomia e della pasticceria che registrano un +10-15%, grazie a consumatori sempre più alla ricerca di prodotti di alta qualità artigianale. “La Pasqua che ci apprestiamo a vivere – spiega la presidente dell’Ascom Maria Luisa Coppa – è gravata da tante preoccupazioni. A Torino c’è un bel clima di attesa per i grandi eventi che si attendono in questa primavera dall’Eurovision al Salone del Libro, ma resta forte l’incertezza fra gli operatori per il rialzo dei costi di energia, materie prime e per la frenata dei consumi.
Occorre lavorare insieme per la ripresa e il rilancio internazionale che la città merita”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano