19.4 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Olimpiadi, Versaci: “Sono favorevole se fatte bene, non come nel 2006”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il presidente del Consiglio comunale di Torino, il pentastellato Fabio Versaci, ha scelto una diretta Facebook per rispondere a chi lo aveva messo nella lista dei “No Olimpiadi”, ma soprattutto a chi lo ha descritto come l’uomo che avrebbe alimentato le polemiche, facendo in maniera che si allargasse la fronda interna contro la sindaca. E tutto questo stando nell’ombra.
«Peccato che io a quella riunione inizialmente neppure ho partecipato, perché sulla candidatura di Torino alle Olimpiadi 2026 non ho mai voluto dire nulla». Ora però che è stato preso per giacchetta qualcosa la dice: «Non sono contrario ai Giochi, perché essere contrari alle Olimpiadi non vuol dire niente».
«Sono favorevole alle Olimpiadi se sono fatte in un certo modo e non se gestite come nel 2006 – spiega Versaci – Lunedì, dopo il Consiglio comunale, sono andato via per motivi personali e non c’ero alla prima parte della riunione».
«Le accuse nei miei confronti – aggiunge il presidente – sono assurde. Come è assurdo che ogni volta che i consiglieri Cinque Stelle vengono descritto venga evidenziato che prima di sedere in Sala Rossa eravamo disoccupati»
«Essere disoccupati non è una vergogna, ma spesso in questo Paese si tende a colpevolizzare chi lo è», sostiene Versaci.
«Per lo stesso motivo si dice che la gente ha votato Movimento Cinque Stelle: per avere il reddito di cittadinanza e stare a casa a non fare niente. Io sono orgoglioso della proposta del mio Movimento e dico ai giovani lottate per i vostri diritti e non vergognatevi se siete disoccupati», conclude Versaci.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano