16.9 C
Torino
domenica, 9 Maggio 2021

No Tav, scontri nella notte per il nuovo autoporto

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Tensioni nella notte in Valsusa, a San Didero, per l’avvio dei lavori del nuovo autoporti dell’autostrada Torino-Bardonecchia. Intorno all’una di notte infatti sono iniziati ad arrivare i primi mezzi da cantiere scortati dalle forze dell’ordine. I No Tav già in serata avevano chiamato all’appello sui social, temendo che l’ampio schieramento di agenti e mezzi fosse segno di un imminente sgombero del presidio dei Mulini. Un centinaio di manifestanti hanno raggiunto San Didero per impedire ai mezzi di proseguire. 

Al lancio di alcune pietre e petardi la polizia ha risposto con lacrimogeni, mentre ci sarebbero feriti da entrambe le parti. Gli scontri sono durati un paio d’ore. 

“Senza nessuna vergogna, con l’Italia che urla alle terapie intensive e un Governo che non si preoccupa della salute e della tutela dei suoi cittadini, ormai anche in grave crisi economica e sociale, lo Stato sostiene l’avanzamento di quest’opera scellerata ed ecocida”, si legge su Notav.info.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano