17.2 C
Torino
sabato, 13 Agosto 2022

No Tav, Emilio Scalzo agli arresti domiciliari

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Emilio Scalzo, 65 anni, considerato uno dei leader del movimento No Tav in Val Susa, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.
La richiesta è stata fatta dalla Digos di Torino, a firma del dirigente Carlo Ambra: secondo le indagini della polizia il 27 luglio 2019 Scalzo venne individuato tra gli attivisti No Tav che lanciavano sassi contro le forze dell’ordine.

L’uomo nonostante sottoposto a divieto di dimora in diversi Comuni della Valle, in questi ultimi giorni, da quando è ripresa la lotta all’Alta Velocità Torino-Lione, contro l’allargamento dei cantieri in Val Clarea, sarebbe stato individuato nuovamente nei boschi della zona.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano