5.3 C
Torino
giovedì, 28 Ottobre 2021

L’ultimo affondo di Salvini: di nuovo a Torino per il ballottaggio

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Matteo Salvini ci riprova e per la terza volta in poco più di un mese sarà a Torino per sostenere Paolo Damilano, candidato sindaco del centrodestra. Nell’ultima giornata di campagna elettorale prima del ballottaggio di domenica e lunedì il leader della Lega torna sotto la Mole. 

L’appuntamento questa volta è in via Breglio, alla Bocciofila La Fissa alle ore 16 dove con lo slogan “Torino torna grande” accoglierà gli elettori della Lega.

Un ultimo tentativo di portare a sé un po’ di voti dopo un primo turno che ha deluso le aspettative di un centrodestra che i sondaggi davano in avanti e che invece si è trovato a rincorrere Lo Russo che li ha staccati di cinque punti. D’altronde anche la campagna di Damilano in queste ultime due settimane non è stata delle più facile: l’imprenditore, che ha una sua lista civica, si è trovato a doversi svicolare dagli alleati di destra tra saluti ai “camerati” e legami con le violenze del corteo no green pass di Roma.

Dal canto suo l’exploit di Salvini a Torino finora non è stato dei più soddisfacenti. Non solo non è riuscito a riempire le piazze dei primi comizi elettorali, ma la stessa Lega è stata superata nei numeri delle votazioni dalla “Torino Bellissima” dello stesso Damilano, risultata la più votata della coalizione.

Insomma, Salvini, accompagnato da Riccardo Molinari, capogruppo alla Camera e segretario piemontese, ci riprova. E incrocia le dita per una ricorsa che sembra sempre più lunga.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano