20 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Leinì, vietato il presepe a scuola

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Chissà cosa ne penserebbe Eduardo De Filippo della decisione di una scuola elementare di vietare il presepe. Già, l’indimenticabile attore napoletano che in “Natale in casa Cupiello” domandava continuamente al figlio «Te piace u presepe?» e a cui il dirigente scolastico Piero Bottale, che ha preso la decisione che ha suscitato non poche polemiche tra i genitori, ha risposto come Tommasino, il figlio sul palcoscenico di De Filippo: «No».
Accade a Leinì, alle porte di Torino, dove la scuola elementare “Anna Frank” ha preso la decisione di «rispettare le culture di tutti»
Puntuali, come era prevedibile che fosse, le proteste dei genitori e l’intervento della politica locale. I consiglieri comunali di Leinì, hanno annunciato un Consiglio comunale straordinario, mentre la Lega Nord attacca: «Il valore del presepe dovrebbe essere insegnato ai bambini – dice il segretario del Carroccio, Roberto Cota – Così finiremo per non festeggiare più il Natale…»

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano