16.9 C
Torino
domenica, 9 Maggio 2021

La nuova corsa dei Bitcoin

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Per la loro tendenza rialzista, il comportamento dei Bitcoin ha destato particolare attenzione nel mondo finanziario. La criptovaluta è cresciuta del 200% da inizio anno, portando la sua valutazione da 20 mila a 60 mila dollari con una capitalizzazione complessiva che ha superato stabilmente i mille miliardi di dollari. 

Dietro la sua crescita in questo 2021 ci sono almeno due eventi scatenanti: l’annuncio di Elon Musk di aver investito tramite Tesla un miliardo e mezzo di dollari in criptovaluta. E poi quello di PayPal che fa ha dato il via libera alla creazione di portafogli in cripto per acquistare e vendere beni. Se l’annuncio di Musk rientra in un disegno speculativo, finalizzato a differenziare il cash aziendale, quello di PayPal assolve almeno in parteil Bitcoin e le altre valute digitali dal loro peccato originale: quello di essere asset speculativi e non dei veri sistemi di pagamento. 

Difficile prevedere cosa accadrà, ma i segnali per un’ulteriore crescita dei Bitcoin ci sono tutti. Il mercato azionario è salito molto velocemente per nove mesi dopo i suoi minimi dello scorso marzo, ma c’è ancora molto denaro da investire. 

Gli investitori più esperti sanno che non era possibile continuare a investire solo nel ‘cloud’ computing, nei social network e nell’ecommerce. Quindi si sono cercate nuove strade. Ma anche gli investitori meno esperti hanno cambiato la rotta e si sono mostrati interessati a questa tipologia di investimento proprio perchè promette guadagni molto più alti. Inoltre, grazie a siti specializzati come the-crypto-profit-pro.com/login che aiutano a muovere i primi passi nella finanza e suggeriscono quali investimenti fare e in che misura è più sicuro e facile investire i propri soldi con tranquillità. 

Dietro questi fenomeni c’è anche la grande iniezione di liquidità immessa sul mercato dalla Federal Reserve per sostenere l’economia gravata dalla pandemia, compresi gli assegni alle famiglie americane per sostenerne la spesa: per molti una delle cause dell’ascesa dei microinvestitori che comprano e vengono titoli tramite app di trading. 

D’altronde anche il cambio di presidenza negli Stati Uniti ha significato grandi cambiamenti in tutti i versi: l’ambizioso progetto di modernizzazione dei trasporti, dell’industria e di internet presentato da Joe Biden e che prevede investimenti per oltre 2.000 miliardi di dollari rappresenta per molti un’iniezione di liquidità non da poco. Per il resto l’analisi dell’andamento del mercato finanziario in questi primi mesi dell’anno dimostra come gli investitori cerchino nuovi redditizi affari, non più necessariamente legati ai titoli tecnologici che tanto hanno beneficiato nel 2020 proprio grazie alla pandemia.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano