24.9 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

La non prima volta di Federica Scanderebech in Sala Rossa

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Non certo un debutto quello di Federica Scanderebech in Sala Rossa, visto che è già stata consigliera comunale a Torino, nella scorsa consiliatura. Ma è comunque una sorta di prima volta: subentra alla dimissionerà Monica Canalis del Partito Democratico, in quanto prima esclusa del Pd. Ma dopo circa tre anni è passata molta acqua sotto i ponti e così Scanderebech non siede nei banchi dei Dem, ma in quelli del gruppo misto di minoranza “Rinascita Torino“.
Diversi i motivi che l’hanno portata ad un ritorno: «Sono convinta che la città abbia bisogno di un nuovo slancio, per questo mi metterò nuovamente al servizio di Torino portando in Sala Rossa le istanze di tutti i torinesi».

In netta opposizione con la maggioranza targata Chiara Appendino, la neo consigliera accusa di aver percepito dall’esterno «una situazione di stallo che va dall’addio alle Olimpiadi, al Salone dell’Auto e alle nuove grandi infrastrutture, al flop dei droni di San Giovanni, del taglio alla manutenzione stradale, delle periferie abbandonate, dei centri commerciali a scapito degli artigiani».
«La mia – ha assicurato – sarà una determinata opposizione, consapevole che l’esperienza che ho maturato nei precedenti due mandati possa dare un apporto costruttivo e propositivo per la rinascita di questa città».

 

foto di Alessia Spinapolice

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano