19.5 C
Torino
martedì, 2 Giugno 2020

La Furia Pd per difendere una Resistenza che in Piemonte è ormai della Lega

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

Domani, giovedì 12 settembre, alle 16.30, in Consiglio regionale del Piemonte s’insedia, per la XI legislatura, il comitato “Affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana”. Più brevemente “Comitato Resistenza e Costituzione”.

Alla guida, dopo che per cinque anni (prima da vicepresidente del Consiglio piemontese e poi da presidente) c’era Nino Boeti del Partito Democratico, c’è l’attuale presidente del Consiglio, il leghista Stefano Allasia.

- Advertisement -

Il suo vice sarà Mauro Salizzoni, Pd, che si occuperà della gestione del Comitato che, almeno fino a pochi mesi fa, è composto da associazioni antifasciste e combattentistiche, Istituti storici della Resistenza, istituti culturali, sindacali ed enti sociali, rappresentanti della Giunta regionale.

- Advertisement -

Quello che per la sinistra non può essere un semplice comitato dunque è finito nelle mani del centrodestra.

A luglio, quando di fatto la “Resistenza” a Palazzo Lascaris venne soffiata sotto il naso di un Pd frastornato dalla sconfitta elettorale, il consigliere dem Daniele Valle si disse preoccupato del fatto che il presidente leghista Allasia avesse voluto trattenere per sé «persino la presidenza del Comitato della Resistenza, dopo che esimi esponenti del suo partito hanno definito il 25 aprile “una festa divisiva”».

«Non ci convince – disse a luglio Valle – l’artificio retorico della condivisione della gestione con il vice presidente Mauro Salizzoni, considerando che la presidenza rimane comunque in capo ad Allasia».

C’è da dire che di diritto le presidenze dei comitati e delle consulente sono del presidente del consiglio, che può a sua volta delegare un componente dell’ufficio di presidenza.

Insomma uno schiaffo a mano aperta, di quelli che fanno male, sul volto del Pd. Un’umiliazione difficile da mandar giù.

Sarà per questo che domani in aula ci sarà uno che non è stato eletto a Palazzo Lascaris (e neanche in altri palazzi), ma che comunque rappresenterà il Partito Democratico, di cui è segretario regionale: Paolo Furia.

Non è dato a sapersi se Furia prenderà la parola, visto che già la sua presenza per alcuni è quanto mai anomala. Anche perché a rappresentare il gruppo consiliare Pd ci sarà Daniele Valle.

A quanto però Furia non sarà l’unico. Infatti anche altri rappresentanti dei partiti saranno presenti. Ad esempio Maria Chiara Acciarini affiancherà Marco Grimaldi per la Sinistra, mentre per la Lista Monviso ci sarà Alessandro Battaglino.

Però sarà una ghiotta occasione per il giovane biellese per farsi conoscere nei palazzi della politica. Anche perché – proprio dalle parti via Alfieri – sono molti a non conoscere non solo il suo volto, ma neppure il suo nome, nonostante fosse stato staffista di Wilmer Ronzani.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Aurora, ora lo spaccio arriva anche ai giardini Saint Bon

Silvio Magliano, Capogruppo Moderati in Consiglio Comunale Torino denuncia quanto starebbe accadendo, dopo le segnalazioni di "soggetti che frugano tra le siepi, verosimilmente...

Torturano a morte un riccio per divertimento e pubblicano il video su Instagram: denunciato 14enne

Lo hanno preso a calci, palleggiando come fosse una pallina. Così un riccio è morto, ucciso da dei ragazzini, che poi hanno...

Coronavirus, il Piemonte riapre i confini

Il Piemonte riapre i confini. Scendono i contagi da Coronavirus e i decessi. Solo 21 nella giornata di oggi, mentre le vittime...

Serie A, si riparte con Torino-Parma il 20 giugno: il calendario completo Sky e Dazn

Il campionato di serie A ripartirà sabato 20 giugno con Torino-Parma, recupero della 25esima giornata. Orario della partita dei granata alle 19:30,...

Ecco Immuni: da oggi si può scaricare l’applicazione anti Covid

Finalmente è arrivata l'applicazione Immuni.Lanciato il sito all'indirizzo Immuni.italia.it entro questa sera, 1 giugno, sarà possibile scaricare l'app con smartphone compatibili sugli...