22.2 C
Torino
domenica, 21 Luglio 2024

La cittadinanza ai Marò divide il Consiglio Comunale

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il caso Marò rischia di spaccare la Sala Rossa. Il capogruppo dei Fratelli d’Italia ha annunciato che presenterà una mozione per chiedere che i due fucilieri della Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre ricevano la cittadinanza onoraria a Torino. Immediata la reazione di Silvio Viale, consigliere comunale eletto tra le fila del Partito Democratico e presidente del Comitato Nazionale Radicali Italiani.
«Si tratta di una strumentalizzazione propagandistica che rischia solo di creare divisioni nell’ampio fronte trasversale che ha manifestato solidarietà ai due fucilieri della Marina – afferma infatti l’esponente del Pd – Il punto non è quello di entrare nel merito delle accuse, ma di chiedere il rispetto dei trattati internazionali e del loro diritto ad essere processati in Italia».
Poi continua affermando che «in questi due anni sono stati commesi molti errori e molti altri sono in agguato se dovesse prevalere una logica di propaganda politica». Il suo augurio è che «che i nuovi ministri sappiano proseguire su quella linea di prudenza e determinazione che il ministro Bonino aveva faticosamente intrapreso, senza cadere nella comoda tentazione della propaganda nazionalistica, forse utile per un po’ di retorica in Patria, ma poco utile per aiutare Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Si rimettano le foto sul Municipio, ma si evitino forzature politiche».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano