25.4 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Juve, lite con la FederTamburello e tapiro per Antonio Conte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Non sono di certo giornate positive per Antonio Conte. L’allenatore della Juventus dopo la sconfitta contro il Galatasaray che è costata l’addio alla Champions League ha ricevuto anche un tapiro d’oro da parte di “Striscia la notizia”.
Tutta colpa dello sfogo dopo la trasferta, quando ai microfoni il mister bianconero ha detto: «Si è giocato a tamburello e non a calcio» riferendosi alle pessime condizioni del campo, dove dal giorno precedente aveva nevicato.
Abbastanza per scatenare le ire della Federtamburello che affida al suo presidente Emilio Crosato una replica: «Il tamburello, – si legge in una nota – come dimostrato nelle recenti finali del primo Campionato Mondiale indoor è sport tecnico, dinamico e spettacolare al tempo stesso, del quale l’Italia, da domenica 8 dicembre 2013, è campione del mondo, sia con la squadra femminile che con quella maschile». Non solo. La federazione ha invitato Conte ad assistere «con occhi non velati da preconcetti di una partita di tamburello ricordando come per un completo allenamento dell’Inter da parte dell’allenatore Alferedo Foni nel 1953 e 1954, quando vinse gli scudetti, fosse inserita anche l’attività di tamburello».
Insomma, passi la rabbia per l’eliminazione dalla più prestigiosa competizione europea, ma la gaffe resta. E se mister Conte non potrà alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie ha comunque avuto modo di consolarsi con il tapiro, ammettendo davanti a Valerio Staffelli: «Sono molto orgoglioso di riceverlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano