16.8 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

Incontro Renzi a Torino. Stefano Esposito contro la chiusura della metropolitana

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il senatore del Partito Democratico si è espresso contro la chiusura di qualche fermate della metropolitana di Torino, per motivi di sicurezza, durante l’incontro che si terrà a Lingotto di Matteo Renzi: «La presenza del Presidente del Consiglio è un’occasione di confronto democratico e non si può trasformare per nessuna ragione in un momento di disagio per i cittadini torinesi», dice Esposito, che chiedono che la Prefettura e la Questura rivedano la loro decisione di chiudere le stazione: «La Prefettura e la Questura hanno comunicato la chiusura per ragioni di sicurezza, a partire dalle 18, della stazione metro del Lingotto per ragioni di sicurezza legate all’annunciata e solita manifestazione del centro sociale Askatasuna e alla situazione di grave tensione che si sta vivendo all’ex Moi – spiega Esposito -. Non possiamo continuare e non è nell’intendimento del Partito Democratico, penalizzare la vita dei cittadini a causa delle solite manifestazioni violente da parte di un gruppuscolo legato all’ala anarchica violenta. Conosco la professionalità e le capacità della Questura e delle Forze dell’ordine torinesi. Chiedo quindi al Prefetto e al Questore – conclude- di rivedere la decisione di chiudere la stazione della metropolitana».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano