27.5 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Incidenti di piazza San Carlo: la vicenda approda in Senato

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di M. P.

Approdano sui banchi del Senato le polemiche scaturite a seguito delle tristi vicende di piazza San Carlo. Con una interrogazione a risposta scritta presentata dai senatori piemontesi del Pd, Mauro Maria Marino (primo firmatario), Magda Zanoni, Nicoletta Favero, Stefano Esposito e Stefano Lepri e rivolta al Ministro dell’Interno Marco Minniti  che ieri era a Torino per incontrare la Sindaca, il Prefetto ed il Questore e per visitare i feriti ancora ricoverati negli ospedali. Il senatore Mauro Maria Marino chiede «se non sia opportuno, da parte del Ministero, data quella che sembrerebbe una reiterata mancanza di organizzazione e coordinamento, intervenire direttamente per accertarsi che gli errori commessi nell’ultima settimana non vengano ripetuti». Tenuto conto che in questi giorni si svolge a Torino il Salone dell’Auto 2017, un evento particolarmente importante che vedrà l’afflusso di circa 800 mila visitatori nell’arco di quattro giorni e che, dichiara il senatore Marino, «risulta, al sottoscritto, come proprio tra la notte del 6 e 7 giugno, abbia avuto luogo una riunione fiume tra i soggetti interessati del mantenimento dell’ordine pubblico, cioè Questura, Prefettura e Comune, atta a sopperire, all’ultimo momento, ad una mancanza di coordinamento persistente, e già testimoniata con i tristi fatti di sabato 3 giugno».
Facendosi portavoci della necessità di capire esattamente come siano andate le cose in piazza San Carlo e di chi siano le responsabilità, i senatori Pd domandano, inoltre, «se, rispetto ai fatti di Piazza San Carlo, il Ministro possa approfondire e dare risposta, rispetto all’effettiva assenza delle adeguate misure di organizzazione e coordinamento da predisporre e, quindi, su quanto ciò abbia pesato sul triste bilancio dei feriti».
Oltre all’interrogazione urgente presentata al Senato, lunedì alla Camera ne sarà presentata un’altra sulla mancata attuazione a Torino del decreto Minniti e della circolare del capo della Polizia, Franco Gabrielli. «Molti si chiedono oggi se Torino sia una città sicura – concludono – non vorremmo che l’approssimazione della giunta Appendino cancellassero anni di eventi pubblici che hanno animato la nostra città».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano