18.1 C
Torino
venerdì, 19 Luglio 2024

Il Partito Democratico stacca la spina alla Regione Piemonte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Rimborsigate, meglio noto come Rimborsopoli, sta sconvolgendo il consiglio regionale. Cene, M&M’s, bistecche, sigarette, dvd, videogiochi e chi più ne ha più ne metta, il tutto con i soldi pubblici.
Ora il Partito Democratico, come si era ormai ventilato, ha deciso di fare un passo indietro: il 28 febbraio i piddini si dimetteranno dagli incarichi istituzionale e dal consiglio regionale.
È questo quanto è stato deciso dalla segreteria regionale, in seguito all’inchiesta sui rimborsi facili e alle botte che sono volate nei giorni scorsi a Palazzo Lascaris.
Insomma un modo per staccare la spina a un’amministrazione regionale che ha piegato il Piemonte.
A dare l’annuncio è il senatore del Pd, Stefano Esposito, sul suo profilo Facebook: «I consiglieri regionali del Pd – si legge nel post di Esposito – hanno annunciato le immediate dimissioni da tutti gli incarichi istituzionali e, a febbraio, le dimissioni dal consiglio. Applaudo questa scelta che va nella direzione richiesta nel documento che ho sottoscritto con Giuseppe Catizone e Giorgio Merlo. Ora il resto dell’opposizione, cominciando dai rivoluzionari grillini, seguano il buon esempio del Pd».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano