25 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Giovedì 27 febbraio terremoto a Torino, ma è solo un'esercitazione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Giovedì ore 10.30 terremoto a Torino. Ma non c’è nulla da temere: non si tratta di una profezia, solo di un’esercitazione della Protezione Civile. Il 27 febbraio infatti è in programma un’evacuazione del liceo classico Cavour di corso Tassoni 15, in una situazione di emergenza simulata.
Un “finto” terremoto di magnitudo 4,5 della Richter e un incendio.
«Obiettivi dell’esercitazione – spiegano dal Comune – sono verificare l’applicabilità dei piani di emergenza, l’efficacia delle modalità di diffusione dell’allarme e l’efficienza operativa del personale, valutare l’idoneità delle vie di fuga, dei punti di raccolta, dei tempi di evacuazione e di quelli di intervento dei servizi di emergenza e di soccorso, rilevare le aree sicure e le modalità per trasferire le persone evacuate, addestrare le persone coinvolte ad adottare i comportamenti corretti e ad evacuare in ordine e con tempestività e perfezionare predisposizioni organizzative e modalità di esecuzione».
Alle operazioni, coordinate dalla Protezione Civile come detto, parteciperanno la Polizia Municipale, i Vigili del Fuoco, il 118, la Croce Rossa Italiana, i carabinieri, la polizia, la Gtt, l’Arpa e la Smart.
Cinquecento persone, tra studenti e docenti, dopo l’evacuazione verranno trasferiti in un’area di ammassamento, in via dei Gladioli 12, dove grazie ad una cucina da campo verranno serviti in una tenda dei pasti caldi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 
 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano