18.2 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Giorno della Memoria, Boeti: “Ancora oggi si cerca un futuro di pace”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

«L’Europa ha vissuto 72 anni di pace ma sono molti i focolai di guerra nel mondo che spingono uomini, donne e bambini a lasciare la propria terra per cercare un futuro di pace per sé stessi e la propria famiglia». Per Nino Boeti, vicepresidente del consiglio regionale del Piemonte e presidente del comitato Residenza e Costituzione, il Giorno della Memoria parla anche al presente e per questo «bisogna tenere annodato il filo della memoria – dice in occasione delle cerimonia in Sala Rossa a Torino – su un passato non troppo lontano e che è ancora impresso nella mente, nel cuore e sulla pelle di chi è stato testimone diretto della Shoah e di tutti noi».

«A volte abbiamo la sensazione che il mondo da allora non sia cambiato – continua Boeti – Ma non è così: l’umanità oggi è fatta da uomini e donne disponibili a sacrificarsi per gli altri, che sentono con forza il desiderio di camminare, sperare e sognare insieme un mondo nel quale ci siano progetti e opportunità».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano