20.4 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Giocatore di baseball ucciso nel 1989, riaperto il caso

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Potrebbe arrivare dopo 26 anni la svolta sulla morte di Antonino Scalzo, giocatore di baseball ucciso a colpi di pistola ad Avigliana nel 1989.
Quello che fino a ieri era un cold case, un caso irrisolto che giaceva negli archivi della procura, ora è di nuovo sul tavolo dei magistrati. A riaprirlo il pm Paolo Toso dopo che una lettera anonima recapitata al palazzo di giustizia Bruno Caccia nelle scorse settimane fornirebbe indizi utili a scoprire cosa accaduto allo sportivo 22enne.
Infatti, secondo le ricostruzioni dell’epoca Scalzo è stato ucciso una sera a colpi di pistola mentre stava correndo nei boschi della collina di Avigliana. Lui stesso ai soccorsi intervenuti sul posto aveva raccontato di avr visto una Fiat Uno bianca avvicinarsi e qualcuno da dentro puntargli contro una pistola.
Due le ipotesi dell’omicidio: quella dell’agguato e quella secondo cui Scalzo avrebbe visto qualcosa che non doveva vedere e starebbe stato “fatto fuori”. Allora però le indagini si conclusero con un archiviazione dopo pochi mesi. Ora i nuovi dettagli della lettera anonima potrebbero portare all’assassino del giocatore di baseball.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano