23.5 C
Torino
sabato, 13 Luglio 2024

Firme false in Regione, nove imputati chiedono il patteggiamento

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Nove imputati nell’indagine sulle irregolarità nella presentazione delle liste del Partito Democratico alle ultime elezioni regionali del Piemonte hanno chiesto di patteggiare, chiedendo pene che oscillano tra i cinque e i dodici mesi. Adesso spetterà alla procura valutare la situazione per esprimere il proprio eventuale consenso e pronunciarsi nell’udienza aggiornata al prossimo 2 marzo.

A margine delle richieste è arrivato il commento di  Maurizio Basile, difensore di uno degli indagati, l’ex consigliere provinciale del Partito Democratico Pasquale Valente, che ha affermato come sia opportuna «una pena minima per fatti minimi».

In giornata, inoltre, il giudice ha respinto la proposta di sei cittadini elettori, tra cui Alberto Morano, candidato di centrodestra al comune di Torino, e Marco Bava, noto come il “disturbatore” delle assemblee Fiat,  di costituirsi come parte civile nell’ambito del processo. La richiesta sarebbe stata infatti fatta tardivamente.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano