21.3 C
Torino
venerdì, 12 Luglio 2024

Faccia a faccia Salvini-Berlusconi. Il Carroccio mette alla porta Tosi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo
«Ho sbagliato indirizzo» con questa battuta Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, ha tagliato corto con i giornalisti che lo aspettavano fuori da un palazzo in via Rovani, una delle tanti residenze milanesi di Silvio Berlusconi. Poi ha aggiunto, riferendosi alla fede comune calcistica con il Cavaliere: «Abbiam parlato di Milan. Non mi interessano alchimie». Invece Silvio Berlusconi ha definito l’incontro con il leader del Carroccio simpatico e cordiale. Al centro della discussione tra i due non c’era certo il futuro di Pippo Inzaghi, allenatore dei rossoneri, ma piuttosto le alleanze in Veneto tra Forza Italia e Lega. Patto che se nascesse potrebbe estendersi, nelle prossime consultazioni regionali, in Toscana e Liguria. Partita ancora tutta da giocare. Ironia della sorte si spera che Verona non diventi fatale per il Cavaliere anche sul piano politico: resta aperto il rebus del sindaco di Verona Flavio Tosi pronto a mischiare le carte candidandosi a governare il Veneto nonostante Lega e il centro destra abbiano scelto Luca Zaia. «Ricandidato dal Carroccio all’unanimità. E chi non sostiene Zaia – sostiene Salvini – può ritenersi fuori dalla Lega».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano