17.6 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

Ex Westinghouse, un’altra ex Diatto?

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

L’ex stabilimento Forniture Ferroviarie Westinghouse nel quartiere San Paolo è l’ultimo obiettivo nel mirino del Comune alle prese con il bilancio della città.
Anche per quest’area di 25mila metri quadrati, situata in via Paolo Borsellino, c’è un futuro tutto da riscrivere, ma senza guardare al passato. Si ripartirà dalla tabula rasa di ruspe ed escavatori chiamati a fare “pulizia” nell’ex stabilimento, già parzialmente demolito. Inevitabile il parallelismo con l’ex Diatto, un altro ex stabilimento storico in via Frejus, nello stesso quartiere.
Come per l’ex Diatto infatti, anche per il Westinghouse, la raccolta firme dei cittadini non è servita a nulla. L’area, messa all’asta nel gennaio del 2014 è passata nella mani dell’Esselunga, la grande catena di distribuzione il cui progetto prevede la costruzione di un grande ipermercato e un centro congressi da 5mila posti, in linea con gli standard delle altre città europee.
Un progetto che pare frutterà alle casse del Comune 20milioni di euro, ma nel quale in tanti vedono solo una bolla di sapone, un progetto inutile e soprattutto senza fine, come quello di via Frejus, fermo da mesi in un cantiere abbandonato.
L’idea che pezzi di storia come l’ex Diatto e l’ex Westinghouse possano risorgere come fenici infuocate dalle loro stesse ceneri non convince i cittadini che vorrebbero invece più verde e più servizi.
Arrabbiati e indignati, gli abitanti vedono sparire di anno frammenti memorabili della città, spolpata delle sue parti migliori dalle fauci di costruttori assetati di appalti e da un’amministrazione comunale che ha come obiettivo primario solo far quadrare i conti, anche in maniera a volte poco chiara, accusata di speculare sull’edilizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano