14.9 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Eataly, la cucina dei precari. Presidio al Lingotto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il modello Jobs Act, ma soprattutto le condizioni di lavoro in cui versano i dipendenti di Eataly, questi sono i motivi della contestazione. Mentre Oscar Farinetti, fondatore dell’azienda a Genova, per paura di contestazioni è protetto dalla Digos evita di partecipare alla serata a Palazzo Ducale del capoluogo ligure ospite della Fondazione Edoardo Garrone, a Torino Lingotto, i Sindacati di Base organizzano un presidio informativo.
Infatti, all’interno del cosiddetto modello Eataly la maggior parte dei contratti sono a tempo determinato. Scricchiola insomma quella macchina un tempo considerata perfetta dello Slow Food il cui ideatore, Farinetti appunto, si è buttato in politica a fianco del suo amico Matteo Renzi. E secondo lui è per questo motivo che gli si è scatenata contro la rabbia di chi si oppone alle politiche del presidente del Consiglio.
La realtà invece, quella che col presidio di stasera si vuole raccontare, è che Eataly non sarebbe altro che un luogo di sfruttamento del precariato.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano