16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Dopo la rivolta del 9 dicembre riaprono i primi mercati

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il primo mercato ad aprire è quello della Crocetta. Dopo due giorni di protesta le storiche bancarelle sono state rimontate e tutto è tornato a funzionare, nessun blocco e nessuna paura: «Abbiamo presidiato l’apertura del mercato con le forze dell’ordine – dice Stefano Papini presidente di Confesercenti Torino – abbiamo chiesto che fosse protetto e così è stato. E in questo momento si sta lavorando in una situazione di tranquillità».
Ma non solo alla Crocetta. Anche in piazza Benefica i primi banchi hanno ripreso a lavorare.
«La paura è stata la ragione principale della chiusura di questi giorni – spiega Papini -. Al di là delle minacce che pure sporadicamente ci sono state, c’è una psicosi diffusa, e questo è il segnale per dire che la paura può essere superata, non ci sono pericoli reali».
«Siamo solidali con i commercianti che protestano in modo pacifico ma ce n’è sempre meno. La gran parte ha preso le distanze dalla piega che ha preso la protesta e vogliono lavorare anche perché sono allo stremo. Siamo arrabbiati ma la città deve andare avanti» – conclude il presidente della Confesercenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano