18.1 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Direttiva Bolkestein, M5s chiedono di non applicarla agli ambulanti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di G.Z.

Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle a difesa dei commercianti ambulanti. Infatti, già lo scorso settembre il Consiglio comunale ha votato a favore di una mozione in cui si chiedeva di escludere dalla Direttiva Comunitaria Bolkestein, o almeno di prorogare le concessioni, le microimprese che operano nel commercio su area pubblica. Ovvero quello che rappresenta il tessuto tradizionale socioeconomico dell’Italia.
Inoltre, a novembre la giunta torinese ha deciso di sospendere la pubblicazione dei bandi, rendendo così operativa la mozione di indirizzo presentata in Consiglio mentre da Roma il Governo ha prorogto al 2018 le concessioni sui posti nelle aree pubbliche.
Resta ora da attendere che Palazzo Chigi si pronunci definitivamente sulla questione per quanto dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle ribadiscono il loro impegno «per la salvaguardia della categoria degli operatori ambulanti contro l’applicazione della Bolkestein».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano