27.5 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Dipendenti Azimut in presidio, a rischio 49 lavoratori

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sono 49 i dipendenti dell’Azimut-Benetti di Avigliana a rischio licenziamenti che da stamattina presidiano davanti ai cancelli dell’azienda.
L’Azimut, da anni nel settore della produzione di yacth di lusso, è sotto la guida dell’onorevole Paolo Vitelli, dall’anno scorso in Parlamento insieme a Mario Monti. Ad oggi, 49 dei 2.000 dipendenti rischiano di essere rimpiazzati da altri a contratto interinale, quindi meno tutelati ma a costi più “convenienti” l’azienda.
Al fianco dei dipendenti anche Francesca Frediani, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, che esprime la sua solidarietà nei loro confronti: «Licenziare 49 persone, mettendo sul lastrico altrettante famiglie, non può essere tollerato soprattutto in questo periodo di grave crisi occupazionale in cui perdere il lavoro significa spesso essere condannati a lunghi periodi di disoccupazione».
«Preoccupante come i vertici dell’azienda si siano rifiutati di aprire un serio dialogo con i lavoratori, chiaro segnale di come il “metodo Renzi” stia ormai facendo scuola anche nel nostro territorio – continua la Frediani – riteniamo necessario riaprire al più presto un confronto per trovare soluzioni alternative che, allo stato attuale, sembrano realizzabili. Da parte nostra, porteremo la questione in Consiglio Regionale, per sollecitare un tempestivo intervento delle istituzioni.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano