16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

De Tomaso, nessuna proposta di acquisto. Gli operai chiedono la mobilità

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

È sempre più critica la situazione dei lavoratori della De Tomaso. Il giorno dopo il tavolo in Regione in cui il curatore fallimentare ha annunciato che non ci sono offerte da parte di possibili acquirenti gli operai dell’azienda di Grugliasco chiedono di anticipare la mobilità.
Sono infatti circa 300 quelli riuniti in un’assemblea Fiom durante la quale si dovrebbe verbalizzare la richiesta di entrare in mobilità prima della fine dell’anno. Infatti, solo così i lavoratori che sono in cassa integrazione fino a gennaio prossimo eviterebbero l’entrata in vigore della riforma Fornero che farebbe perdere loro tra i sei e dodici mesi di indennità.
Intanto anche il presidente della Regione Sergio Chiamparino ha parlato a favore degli operai precisando che se dovesse arrivare qualche offerta per rilevare la De Tomaso chiederà all’acquirente di dare la priorità ai lavoratori in cassa.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano