17.6 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

Dalla Regione due milioni di euro per far partire Estate Ragazzi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.


La Regione Piemonte prepara l’estate di bambini e ragazzi, tra i più dimenticati in questi mesi di lockdown. Alberto Cirio ha infatti annunciato di aver stanziato due milioni di euro per Comuni e oratori per anticipare l’estate ragazzi.

“Bisogna preoccuparsi di far tornare a lavorare le persone ma non bisogna mai dimenticarsi di poter lasciare i figli quando uno lavora. Non tutti hanno la possibilità di pagare una baby sitter, o la fortuna di avere i nonni, quindi noi ci siamo posti il problema per primi e abbiamo anche stanziato questi fondi per Estate Ragazzi” precisa Cirio. 

Il presidente del Piemonte ha anche applaudito l’iniziativa del sindaco di Borgosesia, e parlamentare leghista Paolo Tiramani, di riapertura delle scuole: “Sono molto orgoglioso che i primi bambini a tornare a scuola siano stati in Piemonte grazie all’iniziativa di Paolo Tiramani, sindaco di Borgosesia”. Un’iniziativa che “è stata sostenuta dalla Regione Piemonte – sottolinea Cirio – che la considera come una best practice da estendere a tutte le altre aree del Piemonte e dell’Italia. E’ vero che bisogna preoccuparsi di far tornare a lavorare le persone, ma non bisogna mai dimenticarsi dei figli di queste persone”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano