17.8 C
Torino
martedì, 22 Settembre 2020

Covid Piemonte, ricerca di personale: infermieri e assistenti sociali

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Comunicato Stampa
Comunicato Stampa
Puoi inviare il tuo comunicato stampa all'indirizzo redazione@nuovasocieta.it

Nell’ambito dell’emergenza sanitaria connessa alla diffusione del virus Covid 19, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte lancia due nuovi avvisi pubblici per la ricerca di infermieri di famiglia e comunità per il rafforzamento dei servizi infermieristici territoriali e di assistenti sociali a supporto dell’attività delle Unità speciali di continuità assistenziale (U.S.C.A)

Per entrambi gli avvisi il termine per l’inoltro delle candidature è il giorno 10 giugno alle ore 12.

- Advertisement -

AVVISO PER INFERMIERI DI FAMIGLIA O DI COMUNITA’

- Advertisement -

Il primo avviso riguarda manifestazioni di interesse alla formazione di elenchi di personale infermieristico disponibile ad esercitare lavoro autonomo/co.co.co nelle Aziende Sanitarie della Regione Piemonte, per le finalità previste dall’art. 1 comma 5 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34:

– rafforzamento servizi infermieristici territoriali con introduzione di infermiere di famiglia o di comunità

– potenziamento della presa in carico sul territorio dei soggetti infettati da Covid 19 e di altri soggetti con fragilità

– potenziamento delle Unità speciali di continuità assistenziale e dei servizi offerti dalle cure primarie.

L’Unità di Crisi ricevute le manifestazioni di interesse, giornalmente inoltrerà tali elenchi alle singole Aziende, le quali si riserveranno la possibilità di conferire per proprio conto gli incarichi.

REQUISITI DI AMMISSIONE

• Laurea richiesta per l’accesso al profilo di Infermiere ovvero titolo equipollente secondo la normativa vigente;

• Iscrizione al relativo Albo Professionale

• non trovarsi in costanza di rapporto di lavoro subordinato con strutture sanitarie o socio-sanitarie pubbliche e private accreditate.

Per i cittadini di stato estero non facente parte dell’Unione Europea, è necessario allegare regolare permesso di soggiorno in corso di validità.

Compenso: A fronte dell’erogazione delle prestazioni conferite è previsto un compenso di 30 € lordi, inclusivi degli oneri riflessi, per un monte ore settimanale massimo previsto di 35 ore nel periodo fino al 31 dicembre 2020.

La manifestazione di interesse dovrà essere espressa mediante la compilazione del modulo allegato al bando da far pervenire esclusivamente al seguente indirizzo mail: personale_unitacrisi@regione.piemonte.it

QUI IL BANDO

AVVISO PER ASSISTENTI SOCIALI

Il secondo avviso pubblico è volto a raccogliere manifestazioni di interesse alla formazione elenchi di personale del profilo di Assistente Sociale disponibile ad esercitare lavoro autonomo/co.co.co nelle Aziende Sanitarie della Regione Piemonte, per le finalità previste dall’art. 1 comma 7 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34 :

• prestare attività nei servizi sociali e socio sanitari territoriali delle aziende sanitarie della Regione Piemonte a supporto delle Unità speciali di continuità assistenziale, ai fini della valutazione multidimensionale dei bisogni dei pazienti.

L’Unità di Crisi ricevute le manifestazioni di interesse, giornalmente inoltrerà tali elenchi alle singole Aziende, le quali si riserveranno la possibilità di conferire per proprio conto gli incarichi.

REQUISTI DI AMMISSIONE

• Laurea richiesta per l’accesso al profilo di Assistente Sociale ovvero titolo equipollente secondo la normativa vigente;

• Iscrizione al relativo Albo Professionale

• non trovarsi in costanza di rapporto di lavoro subordinato con strutture sanitarie o socio-sanitarie pubbliche e private accreditate.

Per i cittadini di stato estero non facente parte dell’Unione Europea, è necessario allegare regolare permesso di soggiorno in corso di validità.

Compenso: A fronte dell’erogazione delle prestazioni conferite è previsto un compenso di 30 € lordi, inclusivi degli oneri riflessi, per un monte ore settimanale massimo previsto di 24 ore nel periodo fino al 31 dicembre 2020.

La manifestazione di interesse dovrà essere espressa mediante la compilazione del modulo allegato da far pervenire esclusivamente al seguente indirizzo mail:personale_unitacrisi@regione.piemonte.it

QUI AVVISO

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Laus: “Periferie diventino zone franche urbane”

Da tempo Torino è salita sul podio nazionale delle città con le periferie più popolate. E il primato purtroppo le è valso...

Moncalieri, Paolo Montagna si conferma sindaco. Ballottaggio a Venaria e Alpignano

Secondo mandato per Paolo Montagna, l'esponente del Partito Democratico che al primo turno si riconferma sindaco di Moncalieri con un consenso che...

Pd, lavorare sulle periferie per superare il voto “di protesta”

L'analisi del voto, a caldo, è sempre frutto di una percezione personale in attesa di dati più chiari, flussi e studi più...

Caso Ream, Appendino: “Ho agito in buona fede. Resto sindaca ma mi autosospendo da M5s”

Dopo la sentenza di primo grado che la condanna a sei mesi per il reato di falso in atto pubblico relativo al...

I Cinque Stelle dalla parte di Appendino: “Continuiamo a sostenerla”

Se la maggioranza pentastellata ha vissuto momenti di crisi e ha dubitato della propria sindaca non è di certo oggi. Anzi la...