27.6 C
Torino
martedì, 16 Luglio 2024

Coronavirus, troppi contagi in Valle d’Aosta: vietato l’ingresso ai non residenti

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il presidente della Regione Valle d’Aosta Renzo Testolin ha emanato un’ordinanza che vieta l’ingresso in Valle d’Aosta ai non residenti e invita quelli presenti a rientrare a casa.

Infatti sono roppi i casi positivi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore. Dai 42 di ieri si è passati a 56 (più il paziente deceduto nella notte tra martedì e mercoledì scorsi), ovvero un +30%, secondo i dati diffusi dall’Unità di crisi.

Tra i contagiati, 16 sono ricoverati all’ospedale Parini di Aosta mentre gli altri 40 sono in isolamento domiciliare.

In totale sono stati 273 tamponi, dei quali 101 sono in attesa di esito da parte dell’ospedale Amedeo di Savoia di Torino.

Sono 805 le persone per le quali i sindaci hanno predisposto un’ordinanza per “isolamento domiciliare precauzionale”, sotto sorveglianza medica, così i loro familiari e le persone con le quali hanno avuto contatti stretti.

Intanto, in anticipo di 24 ore rispetto al previsto, da questa mattina il laboratorio analisi dell’Usl della Valle d’Aosta ha iniziato l’esame dei tamponi che fino ad ora era stato svolto a Torino.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano