18.2 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Coronavirus, le Circoscrizioni di Torino sospendono le attività

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Le Circoscrizioni di Torino interrompono la propria attività istituzionale fino al 15 marzo. Lo annunciano i presidenti. «La decisione è stata assunta dopo molte riflessioni e dopo aver osservato la progressione delle prescrizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in particolare nel corso dell’ultima settimana». 

«Le Circoscrizioni sono primariamente organismo di partecipazione e come Presidenti riteniamo sia responsabile, in questo momento, dare un messaggio coerente con l’invito a ridurre spostamenti, contatti e aggregazioni, rivolto a tutti i cittadini. I nostri Enti impegnano, nelle proprie attività, 200 consiglieri e molto personale amministrativo: la sospensione delle giunte, dei capigruppo, delle commissioni e dei consigli consentirà di limitare tali movimenti e di consentire maggiore smartworking per gli uffici coinvolti. Ovviamente, la piena operatività dell’Ente è comunque garantita».
«Le difficoltà che stiamo affrontando stanno mettendo in luce su tutti i territori, come spesso accade, una grandissima volontà di fare rete, di sostenere chi fa più fatica, di mettersi a servizio del prossimo. Dalle associazioni che distribuiscono i pasti, alle parrocchie, passando per tutto il nostro volontariato, sono moltissime le manifestazioni di disponibilità. In attesa che si torni alla normalità e che questa importante emergenza sia risolta, vogliamo dunque invitare chiunque fosse a conoscenza di condizioni di particolare difficoltà legate alla situazione contingente a contattarci, affinché come Presidenti possiamo collaborare e mettere in contatto queste persone con le tante dimensioni di volontariato dei nostri territori».

«Usciremo da questa emergenza solo con responsabilità e pazienza, ciascuno nel proprio ambito, e quando potremo riprendere tutte le attività che rendono la nostra Città unica e insostituibile allora ci impegneremo, tutti insieme, affinché le persone, le associazioni e le imprese siano sostenute e accompagnate come meritano nella ripresa», concludono dalle Circoscrizioni.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano