15.9 C
Torino
giovedì, 9 Aprile 2020

Coronavirus, a Torino il Carrefour addirittura misura la febbre ai fornitori

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Buoni spesa Torino, ecco il link per fare la richiesta online

Come aveva annunciato previsto la sindaca Chiara Appendino ci sono stati dei problemi iniziali dovuti alle troppe entrate nel sito predisposto per la richiesta...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Incendio in centro a Torino, in fiamme un negozio di fiori (VIDEO)

Le fiamme hanno avvolto il negozio di fiori sintetici, in via Santa Teresa, in pieno centro a Torino. A pochi metri da un supermercato....

Coronavirus, Caucino rettifica i dati su Rsa. Grimaldi (LUV): “Come possiamo fidarci di questo dilettantismo?”

"Ieri l'Assessora Caucino ha comunicato che i 3000 tamponi nelle RSA avevano dato 1300 risultati positivi, oggi, ha cambiato idea e, in base alla...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

Nell’ormai famosa ordinanza della regione Piemonte non esiste nessun riferimento a riguardo. Dunque è ipotizzabile che quanto stia accadendo ai Carrefour di Torino sia frutto di una circolare interna. Già, perché a molti fornitori, in questi giorni di emergenza di Coronavirus, prima di entrare prima nei supermercati, è stata misurata la temperatura per constatare se avessero linee di febbre. La prassi normalmente, è che il fornitore o le ditte esterne passino dalla vigilanza e, dopo aver consegnato il documento, ricevano un pass per raggiungere il referente. Invece, come accaduto nelle scorse ore, al supermercato di corso Grosseto e quello interno al Shopville Le Gru di Grugliasco, il fornitore, dopo aver consegnato il documento, viene controllata la temperatura tramite termometro frontale, come avviene negli aeroporti, e se risulta nella norma gli viene concesso il pass e il consecutivo accesso. Non solo, ad alcuni la vigilanza ha chiesto di stare a distanza di sicurezza, all’incirca due metri, per evitare presunti contagi.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

- Advertisement -Nuova Società - sponsor
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Primo Piano

Confindustria lancia l’allarme: mai così male dal 2009

In questo particolarissimo momento storico, l’indagine congiunturale trimestrale, realizzata da Confindustria Piemonte, non può che registrare il crollo del clima di fiducia delle imprese...

Coronavirus, a Torino usati 210 mila euro di buoni spesa

A Torino sono stati utilizzati 8.200 buoni spesa, distribuiti nei giorni scorsi alle famiglie in difficoltà per l'emergenza Coronavirus. I dati sono stati presentanti dall'assessore...

Coronavirus, Codacons presenta esposto in Procura: “Sulle morti accertare le responsabilità e punire i colpevoli”

Sui morti da coronavirus registrati in Piemonte (1.378 fino ad oggi) il Codacons presenta oggi un esposto alle Procure della Repubblica di Torino, Asti,...

Burgio, tutta la verità sul Coronavirus

Il medico Ernesto Burgio in una intervista a Business Inside, si esprime su diversi punti della pandemia Coronavirus che ha colpito e sconvolto il...

Coronavirus, in Piemonte, salgono le guarigioni. 68 i decessi

Oggi pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test...
- Advertisement -Nuova Società - sponsor