20.6 C
Torino
martedì, 23 Luglio 2024

Corepla: bilancio positivo per la raccolta differenziata della plastica

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Angela Conversano
La raccolta differenziata della plastica è in aumento. Lo comunica Corepla, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e recupero degli imballaggi di plastica.
Questi i dati: nel 2013 sono state raccolte oltre 768mila tonnellate di imballaggi in plastica, ovvero l’undici per cento in più rispetto al 2012, nonostante la riduzione del quantitativo di confezioni immesse nel mercato e nonostante gli italiani, a causa della crisi, acquistino di meno.
Allo stato attuale la raccolta è attiva in 7.325 comuni. Corepla ha analizzato in ogni regione d’Italia la situazione della differenziata. Questa la classifica: il Veneto, regione in cui è stata registrata una media di 20,1 chilogrammi pro capite, si colloca al primo posto, è seguita dal Piemonte e dalle Marche con una media di 16,3 chilogrammi. Situazione non positiva, invece, in Calabria, in Sicilia, Basilicata e Molise, che registrano una media al di sotto dei dieci chilogrammi pro capite.
I dati sono incoraggianti, dunque. Migliora l’efficienza del recupero e riciclo: basti considerare che non hanno raggiunto le discariche 22 milioni di metri cubi di rifiuti ma solo il due per cento del materiale raccolto.
Il contributo di Corepla risulta fondamentale anche alla luce del positivo bilancio energetico dell’Italia: nel 2013 sono stati infatti risparmiati oltre 7 milioni di chilowattora di energia. Dal presidente Corepla, Giorgio Quagliuolo, giungono i commenti agli ottimi risultati ottenuti con l’attività del consorzio: «I 7.325 Comuni italiani che hanno avviato il servizio di raccolta differenziata degli imballaggi in plastica, gli oltre 57 milioni di cittadini serviti, il continuo processo d’innovazione dei settori industriali coinvolti nell’ottimizzare le opportunità di riciclo e recupero e il puntuale impegno di Corepla, hanno creato valore e benefici netti per il Paese per oltre 2 miliardi di euro negli ultimi 10 anni».
«Solo nel 2013 abbiamo evitato emissioni di CO2 per 800mila tonnellate, equivalenti alle emissioni di circa 505mila automibili – conclude – abbiamo evitato costi di smaltimento per 38,4 milioni di euro e, infine, abbiamo generato 105,7 milioni di euro di materie prime seconde».

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano