19.4 C
Torino
mercoledì, 17 Luglio 2024

Capodanno in piazza San Carlo con Paolo Belli e le magie dell’Electro swing

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo
Torino si conferma realtà protagonista nella musica di qualità anche in un’occasione mondana come il Capodanno, con un crescendo live di grande qualità. L’avvio della tradizionale serata in piazza San Carlo sarà dedicata allo swing, musica americana degli anni ’30 che da qualche anno è diventata un fenomeno di ballo, detto Lindy Hop, sempre più diffuso e coinvolgente. Una vera passione e scoperta per giovani e meno giovani. Il fenomeno ha anche un risvolto musicale con produzioni che hanno rivisitato i classici dello swing in chiave elettronica e dance. Il fenomeno ha ovvi risvolti nel jazz e nel charleston. Protagonista di questo spazio sarà la Gatsby Orchestra. Mentre in piazza le scuole swing e Lindy Hop trascineranno tanti torinesi nella scoperta di queste danze molto divertenti.
La scena diventerà poi della Gian Paolo Petrini Big Band, con il suo sound americano anni ’50 (Great American Songbook) che ospiterà le raffinate performance canore di Matteo Brancaleoni, una sorta di Frank Sinatra italiano, che si è imposto a livello internazionale. Sarà Paolo Belli con la sua Big Band (quella del noto programma “Ballando con le Stelle”) la protagonista del momento clou del capodanno con noti classici della musica popolare napoletana e i suoi famosi successi rivisitati in chiave swing e dance per riscaldare la piazza.
Un Capodanno che ha tutte le carte per esser vincente e divertente, e riscoprire la qualità delle migliori espressioni e tendenze musicali sotto la Mole. Una Torino che su jazz, swing e fenomeni ormai consolidati come il tango (avviato al Cafè Procope nei primi anni novanta) ha funzionato da apripista. Un Capodanno in piazza che abbina qualità e divertimento per tutti dietro la cui realizzazione vede lo zampino e l’esperienza del maestro Matteo Negrin. Dopo Paolo Belli si continuerà a ballare con ritmi più decisi che vedranno di scena il dance-sound dell’electroswng, creando un ponte tra Torino e Berlino, attraverso la presenza di The Sweet Life Society, protagonisti del fenomeno newswing italiano, insieme a Louie Prima, autentico precursore in questo genere che iniziò a proporre negli anni ’80 a Berlino Est.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano