25.2 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Berruto candidato sindaco di Torino: un’idea che piace a Letta (e non solo)

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Dalla nuova segreteria del Partito Democratico a candidato sindaco di Torino. Il passo potrebbe essere più breve di quanto si pensi per l’ex commissario tecnico di pallavolo Mauro Berruto. Secondo i soliti beninformati sarebbe il suo il nome gradito al neo segretario nazionale Pd Enrico Letta per uscire dallo stallo in cui si trova il centrosinistra torinese.

Indipendente, ma non così tanto da non diventare responsabile per lo Sport dei Dem. A Roma Berruto ha già raccolto consensi. A Torino pure e da tempo. L’ex sindaco Valentino Castellani era rimasto incantato dal ct-scrittore-filosofo al punto che durante le dirette organizzate da ‘Spazio Aperto‘ lo scorso lockdown non si è fatto problemi a dire che Berruto era la persona giusta per la nostra città.

Non solo come Assessore allo Sport, come era ipotizzabile mesi fa, ma addirittura come candidato sindaco. Dal canto suo l’ex ct e ad della scuola Holden di Alessandro Baricco non ha mai nascosto la sua passione per la politica, impegnandosi all’interno di ‘Capitale Torino’ e partecipando anche agli incontri con le sardine subalpine. Un impegno anche su social dove ha spesso scagliato freccette velenose contro Lega e l’amministrazione Cinque Stelle. Accanto a lui persone che fanno politica fin dal liceo e applausi a scena aperta ogni volta che è salito sul palco della Festa de L’Unità. Uno che piace agli intellettuali ma non solo. Che conosce bene le periferie. A quanto dicono sempre i beniformati. Dunque la quadra è stata trovata in casa Pd?

Ora c’è da capire se l’idea effettivamente ha una base ma soprattutto un pilastro per restare in piedi. Per il momento da casa Berruto arriva sola la notizia che si trova in autoisolamento perché positivo al Covid. Di lui Alessandro Baricco disse all’indomani della sua nomina della Scuola Holden: “Berruto è uno sportivo abituato a gestire altre persone, successi e sconfitte…” Beh, roba da Pd e da sindaco di questa città verrebbe da pensare.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano