20.6 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Berlusconi ai magistrati: “Barbari”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Matteo Renzi gli ha ridato ossigeno riconoscendolo interlocutore importante oer le riforme elettorali. E lui, il condannato Silvio Berlusconi ora usa quell’ossigeno per riempirsi i polmoni e attaccare nuovamente i magistrati.
Sono passate solo 24 ore dall’annuncio della Procura di Milano che l’ex premier è indagato, per quanto riguardo il processo “Ruby ter” per corruzione di testimoni, che l’Arcorino parte di nuovo a testa bassa contro il magistrati.
«Più il mio impegno è rivolto al bene del nostro paese – dice il leader di Forza Italia – più incessante e odioso prosegue l’accanimento giudiziario nei miei confronti».
«L’Italia – continua – è precipitata in una vera e propria barbarie giudiziaria, una degenerazione dei principali capisaldi del diritti, che ha riservato a me e alle persone che mi stimano e mi vogliono bene un’umiliazione e soprattutto un dolore difficilmente immaginabili da parte di chi non vive l’incubo di accuse tanto ingiuste quanto infondate».
Silvio Berlusconi assicura che nonostante le toghe lui non verrà meno a dare un contributo all’Italia per rendere più governabile il nostro paese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano