20.6 C
Torino
mercoledì, 24 Luglio 2024

Avviare un’impresa: come scegliere la banca giusta

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Quando si avvia una attività sono molte le cose da considerare per la buona riuscita del proprio progetto. Di sicuro la parte creativa rappresenta il primo pensiero e forse anche quello più entusiasmante. Ma poiché nulla va lasciato al caso bisogna porre particolare attenzione anche alla parte burocratica e finanziaria, insomma al ciò sottostà alla vera riuscita del nostro piano.

Aprire un conto in banca

Tra le pratiche che a tutti sarà capito di fare almeno una volta nella vita c’è l’apertura di un conto in banca. Anche in questo settore ormai si moltiplicano le offerte e le proposte ad hoc ma per l’imprenditore ancor più che per il privato scegliere la banca giusta a cui affidarsi è fondamentale. Per fortuna esistono siti di comparazione tra le diverse banche per imprese come https://www.bank4pro.it  per riuscire a trovare quella che fa per le proprie esigenze.

Le regole d’oro per il conto in banca da imprenditore

Punto uno: se hai un’impresa quello con la banca diventa un rapporto quotidiano visto che si deve tenere sotto controllo l’andamento delle fatture e delle entrate e uscite. Per questo è necessario riuscire a svolgere le attività basilari come pagamenti di fatture, bonifici, estratti conto, versamenti di imposte dal proprio ufficio, magari usufruendo di un conto corrente in cui le spese per operazione eseguita sono poche e le transazioni nazionali e internazionali rapide e sicure. Senza contare che avere la possibilità di disporre di Pos e carte di credito risulta strategica.

Calcolare entrate e uscite

Appena aperta un’attività, si sa, l’incognita maggiore è quando arriveranno i guadagni. Ma purtroppo le spese non resteranno in attesa dei primi clienti. Proprio per riparare a eventuali squilibri tra entrate e uscite le banche concedono fidi, ovvero la possibilità di andare in scoperto sul conto corrente a patto di coprirlo entro un tempo stabilito. Ogni banca ha le sue logiche e le sue regole per la concessione di fidi e il loro importo, per questo è sempre bene confrontare più istituti per verificare le loro disponibilità.

Il finanziamento: uno strumento d’oro

Avere un po’ di liquidità fa comodo a tutti, soprattutto se si è un’azienda che ha progetti e sogni da portare avanti. Il finanziamento alle imprese è uno degli strumenti più utilizzato da start up come da realtà già consolidate ma che valutano di espandersi in nuovi rami. Anche qui le condizioni con cui si concede un prestito sono varie e articolate come diverse sono le condizioni di restituzione della cifra e le garanzie che vengono chieste per valutare la concessione del prestito. Meglio verificare e informarsi, e non fermarsi alla prima porta.

Dallo sportello allo schermo di un Pc

La più grande trasformazione che le banche stanno affrontando in questi anni è il passaggio al digitale. Infatti, se un tempo recarsi allo sportello per ogni operazione era la normalità, ora molte banche non hanno neanche una sede fisica e lasciano fare tutto ai clienti stessi attraverso l’homebanking. Di sicuro la seconda soluzione permette di risparmiare sui costi, ma non a tutti piace. Valutate anche se per le vostre attività e i vostri progetti potete affidarvi al “fai da te” o se avere un operatore di fiducia potrebbe essere un vantaggio per discutere di eventuali sostegni economici ai vostri progetti.

Insomma, di banche su cui aprire il conto della vostra impresa ce ne sono molte. Alcuni specializzate in progetti specifici, altre più generiche, alcune dai costi più contenuti, altre con offerte “ad hoc”. Per trovare quella giusta, però, è importante avere sempre a mente quello che è l’obiettivo della propria azienda.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano