0.7 C
Torino
venerdì, 4 Dicembre 2020

Auto, gli italiani preferiscono l’usato: cosa è cambiato in 30 anni e quanto si spende oggi

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Torino, 15 novembre studenti assediano le banche

Torino: studenti in piazza in assedio alle banche. Tensione con la polizia che accenna ad una carica. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Italiani e automobili, una passione solida ormai da decenni che continua a conquistare ancora oggi tanti giovani. Gli italiani, infatti, sono da sempre affascinati dal mondo delle 4 ruote e sono uno dei popoli con il più alto rapporto abitanti/numero di autovetture: ben 62,4 auto ogni cento, prima nazione in Europa.

Le abitudini di acquisto, però, sono variate moltissimo nel corso degli anni: se il settore industriale dell’Auto in Italia ha un andamento così altalenante, infatti, è dovuto particolarmente alla variazione delle preferenze dei consumatori. In questo articolo vedremo proprio questo: come sono cambiate i metodi di acquisto delle autovetture negli ultimi 30 anni e le voci di spesa ad esse collegate (costi di gestione, modalità di acquisto, eccetera).

Auto usate: cosa cercano gli italiani e i cambiamenti degli ultimi 30 anni

I dati 2018 parlano chiaro: se da un lato vi è una flessione del mercato del nuovo (-2,4%), dall’altro lato le compravendite di auto usate sono in netta crescita: +4,7% rispetto al 2017, aumentato a sua volta del 4,7% rispetto al 2016.

In generale, negli ultimi 5 anni il commercio di auto usate è cresciuto del 20,6%. Un dato che delinea un nuovo trend nelle abitudini degli italiani: dato che non si esaurisce solo nella ricerca di auto usate, ma che si riflette su altre importanti caratteristiche.
La prima è senz’altro quella della nazionalità delle auto acquistate: se nel 1989 5 auto su 10 erano italiane, al giorno d’oggi questa percentuale si è ridotta della metà arrivando a 2,5 su 10. Il lato positivo è che le auto acquistate inquinano e consumano molto meno rispetto al passato: 5,5 litri per 100 chilometri, contrazione decisa rispetto agli 8 litri del 1989. Un altro fattore decisamente differente rispetto al passato è il peso dei mezzi: si è passati dagli 870 chilogrammi di 30 anni fa ai 1.238 attuali: dato che fa riflettere anche sulla dimensione dei mezzi acquistati, notevolmente più grandi rispetto al passato.

Quattro ruote: cambiano le modalità di acquisto, crescono le voci di spesa

In ogni caso a cambiare non è solo il tipo di auto acquistata: sono sempre di più gli italiani che hanno scelto di richiedere un prestito per l’auto usata, magari rivolgendosi a servizi come Younited Credit, che permettono di sbrigare tutte le pratiche online e concludere celermente l’acquisto della vettura.

Anche le voci di spesa sono ben diverse dalle vetture di un tempo: una recente indagine ha analizzato che nel 2019 mantenere un veicolo costa mediamente 90 euro in più rispetto al 2018, un aumento del 6,6% che porta la spesa pro-capite a 1.614 euro all’anno. A pesare di più sulle tasche degli automobilisti sono in media il carburante (quasi 900 euro), la polizza assicurativa (oltre 500) e il bollo e la revisione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Bar e ristoranti in piazza per stare aperti: “Aiuti economici per superare la crisi”

Vogliono stare aperti ristoranti, bar, e i locali che adesso sono obbligati a restare chiusi se non per le attività di asporto e delivery....

Furia (Pd): “Damilano ha scelto coalizione di anti-scienza e negazionismo”

Uno sportivo in bocca al lupo all'avversario del su partito alle prossime elezioni comunali di Torino è quello che il segretario regionale del Partito...

Torino 2021, Damilano ha detto si: è il candidato del centrodestra

Il candidato civico a sindaco di Torino è Damilano. Il centrodestra scioglie le riserve. È Paolo Damilano il candidato per le elezioni amministrative di Torino...

Damilano visto da sinistra. Farinetti: “Una buona candidatura”

Farinetti è il primo a commentare la candidatura di Damilano alle prossime elezioni amministrative. "È una bella persona, lo conosco bene. È un bravo...

Bardonecchia: game over

Per Bardonecchia è Game over. Ma purtroppo per 'Bardo' non si tratta di un gioco. Purtroppo non ci sono mai stati margini di trattativa. Noi...