20.4 C
Torino
giovedì, 18 Luglio 2024

Appendino preoccupata: “Dopo lo sgombero dell’Asilo momento delicato per l’ordine pubblico a Torino”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Non nasconde la sua preoccupazione per quanto sta accadendo in città. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, durante le comunicazioni in consiglio comunale per quanto accaduto alla Critical Mass il 21 marzo scorso, spiega che il capoluogo piemontese sta vivendo un momento molto particolare.

Dopo lo sgombero dell’Asilo di via Alessandria, occupato da oltre vent’anni dagli anarchici, in città c’è tensione. O almeno è la sensazione dalla prima cittadina, che lo scorso lunedì ha ricevuto un pacco bomba e che dallo sgombero è sotto scorta per le minacce ricevute.

«Torino – dice Appendino in Sala Rossa – sta vivendo, dopo lo sgombero del centro sociale Asilo, un momento non ordinario nella gestione dell’ordine pubblico, un momento delicato in cui qualsiasi manifestazione può diventare diversa da quella che è sempre stata. E per questo la Città e tutte le istituzioni fanno e faranno di tutto per permettere ai cittadini di avere gli spazi per manifestare legittimamente in modo pacifico». E il riferimento riguarda proprio il Critical Mass, oggetto delle comunicazioni. Il 21 marzo infatti ci furono dei disordini tra ciclisti e le forze dell’ordine.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano