24.3 C
Torino
mercoledì, 17 Luglio 2024

Appendino: “Lockdown e smart working più difficili per donne”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, nella diretta Facebook del ciclo #NemmenoConUnClic della vice presidente della commissione d’inchiesta sul Femminicidio, Cinzia Leone, del Movimento Cinque Stelle, ha dichiarato che: “Lo smart working, che è sicuramente uno strumento importante su cui ritengo si debba investire, non è certo uno strumento di conciliazione, nel senso che una mamma in casa con un bimbo di 3 o 4 anni non riesce a conciliare il lavoro da casa con quello aziendale, anzi diventa ancora più difficile”.

“Il lockdown – ha osservato – ha inciso fortemente sulle donne, sia perché si sono trovate ad avere un carico familiare ancora più importante rispetto al solito, sia perché ha inasprito potenziali tensioni familiari e difficoltà rispetto ai propri diritti, ad esempio di denunciare violenze che accadono ancora troppo spesso nell’ambito dei nuclei familiari e l’attenzione in quel momento è stata focalizzata sul non far sentire le donne sole”.

“Torino storicamente è sempre stata avanti su questi temi, denunciando che troppo frequentemente si subisce violenza anche se magari non la etichettiamo come tale. Perché la violenza – ha sottolineato Appendino – non è solo fisica, è anche un commento non gradito, un fischio che mette a disagio, un capo che fa la battuta a una dipendente. Bisogna rompere il silenzio, a tal proposito siamo la prima città d’Italia ad avere un centro antiviolenza, abbiamo un coordinamento molto importante, un tavolo che affronta il tema della violenza sulle donne e questo è un’eccellenza nazionale. Abbiamo anche un nucleo di prossimità dei vigili urbani che è una delle esperienze migliori nel paese, che sta vicino alle donne quando decidono di denunciare, facendo una scelta coraggiosa”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano